India – Consolato di Roma

 Informazioni generali

  • Attualmente il visto di categoria Business viene concesso a chi intende visitare il paese per motivi di Affari. Per Affari si intende visite per trattative commerciali, avvio di un impresa, vendere o acquistare prodotti industriali ecc.
  • Per tutti gli altri richiedenti che si recano per motivi diversi da quelli per affari viene richiesto il visto di Lavoro categoria Employment Visa. Questo tipo di visto consolare viene rilasciato per interventi su macchinari, assistenza in genere ecc.
  • E’ molto importante che sia specificato con chiarezza la qualifica della persona e lo scopo del viaggio, per capire quale visto è necessario fare, sia nell’invito che nella lettera di richiesta della ditta italiana. Non è sufficiente indicare MANAGER ma bisogna essere molto precisi anche per consentire all’addetto consolare al quale si consegna la pratica di capire subito che tipo di visto stiamo richiedendo così da evitare ritardi. Le richieste presentate incomplete delle informazioni necessarie potrebbero subire dei ritardi nell’ottenimento del visto.
  • Per tutti i cittadini stranieri residenti in Italia da almeno due anni deve essere allegato il certificato di residenza storico.
  • Per gli stranieri senza residenza in Italia e per gli italiani con residenza all’estero bisogna allegare il modulo di “richiesta telex” (scaricabile a lato) ed i tempi di ottenimento sono di 10/15 giorni.
  • Per i cittadini di origine indiana è obbligatorio allegare la copia del passaporto indiano e del “Certificato di annullamento” rilasciato dal Consolato Indiano. Se il cittadino di origine indiana non ha provveduto alla rinuncia della cittadinanza indiana dovrà recarsi di persona in consolato per richiedere il “Certificato di annullamento” che dovrà poi consegnare in copia con la restante documentazione per la richiesta di visto.
  • Sul modulo di richiesta visto on-line è obbligatorio inserire NOME e COGNOME nel paragrafo “D”, in cui si richiedono le generalità dei genitori e del coniuge.

Tutti i documenti presentati per la richiesta di visto turismo, affari e lavoro (modulo, lettere ed eventuali documenti aggiuntivi) devono essere obbligatoriamente firmati dal richiedente, per le richieste affari è obbligatotio anche il timbro.

 

INFORMAZIONI SPECIFICHE

 VISTO PER AFFARI

  • Passaporto valido per 6 mesi firmato dal titolare e con 2 pagine attigue libere per il visto.
  • 2 foto tessera di cm 5×5 su sfondo bianco latte.
  • Fotocopia della carta di identità.
  • 1 modulo compilabile sul link seguente https://indianvisaonline.gov.in/visa/ stampato e firmato dove indicato (prima pagina sotto la foto tessera accanto alla scritta “signature” facendo attenzione a non uscire dal riquadro e seconda firma sull’ultima pagina alla fine del modulo). Prestate attenzione nell’inserire il consolato esatto dove verrà presentata la domanda di visto. Nella compilazione del modulo si deve riempire il campo “Designation Rank” anche se non è un campo obbligatorio ai fini della stampa del modulo. E’ obbligatorio anche inserire NOME e COGNOME nel paragrafo “D”, in cui si richiedono le generalità dei genitori e del coniuge. Dal 21/01/2013 è obbligatorio caricare anche la foto quando si compila il modulo on-line.  La procedura è la seguente: una volta compilato il modulo on-line, caricata la foto ed arrivati alla pagina di verifica dove compare la foto sarà necessario stampare tale pagina. Per noi è obbligatorio consegnare la pagina di verifica con la restante documentazione, pena il rifiuto della pratica da parte del consolato” per informazioni riguardanti tale procedura siamo a vostra disposizione.
  • Lettera di richiesta della ditta italiana in originale e in inglese dove bisogna specificare l’esatta qualifica di chi richiede il visto, il motivo del viaggio, di cosa si occupa l’azienda, la natura degli affari con la ditta indiana, le date del viaggio e il tipo di visto (singolo, multiplo semestrale o multiplo annuale etc.). La lettera deve essere timbrata e firmata con nome, cognome e qualifica per esteso di chi firma. Nella lettera di richiesta si deve riportare il fatturato annuo. Non si possono richiedere visti per soggiorni superiori a 30 giorni e si deve indicare obbligatoriamente che  “ogni entrata sarà inferiore a 30 giorni”. Per più passaporti presentare una lettera di invito per ogni richiedente.
  • Lettera di invito della ditta indiana in originale dove bisogna specificare l’esatta qualifica di chi si invita, il motivo del viaggio, di cosa si occupa l’azienda, la natura degli affari con la ditta italiana, le date del viaggio e il tipo di visto (singolo, multiplo semestrale o multiplo annuale etc.). La lettera deve essere timbrata e firmata con nome, cognome e qualifica per esteso di chi firma. Nella lettera di invito si deve riportare il fatturato annuo. Non si possono richiedere visti per soggiorni superiori a 30 giorni e si deve indicare obbligatoriamente che  “ogni entrata sarà inferiore a 30 giorni”. Si dovrà allegare inoltre il “Certificate of Incorporation” dell’azienda indiana. Per più passaporti presentare una lettera di invito per ogni richiedente.

 

Visura Camerale in inglese

Per poter ottenere il visto d’affari annuale ad ingressi multipli è necessario fornire al Consolato Indiano copia della visura camerale della ditta italiana per la quale il richiedente lavora.
La visura camerale deve essere tradotta in inglese. Yak Service fornisce il servizio di traduzione.

Tutti i documenti devono, obbligatoriamente, essere controfirmati e timbrati dal richiedente.

N.B.: Se sul passaporto c’è un visto non utilizzato allegare dichiarazione in inglese dove si spiega il motivo per il quale il visto non è stato utilizzato con firma del dichiarante.

N.B.:  In caso di passaporto rilasciato da meno di 6 mesi si deve indicare che il documento presentato è il primo e che non se si è mai stati in India. La firma dovrà essere uguale a quella del passaporto.

Tempi di rilascio: Roma 5 giorni.

VISTO EMPLOYMENT (LAVORO)

  • Passaporto valido per 6 mesi firmato dal titolare e con 2 pagine attigue libere per il visto. Per il Consolato di Milano occorrono 3 pagine libere, diversamente la richiesta verrà rifiutata.
  • 2 foto tessera di cm 5×5 su sfondo bianco latte.
  • Fotocopia della carta di identità.
  • 1 modulo compilabile sul link seguente https://indianvisaonline.gov.in/visa/ stampato e firmato dove indicato (prima pagina sotto la foto tessera accanto alla scritta “signature” facendo attenzione a non uscire dal riquadro e seconda firma sull’ultima pagina alla fine del modulo). Prestate attenzione nell’inserire il consolato esatto dove verrà presentata la domanda di visto. Nella compilazione del modulo si deve riempire il campo “Designation Rank” anche se non è un campo obbligatorio ai fini della stampa del modulo. E’ obbligatorio anche inserire NOME e COGNOME nel paragrafo “D”, in cui si richiedono le generalità dei genitori e del coniuge. Dal 21/01/2013 è obbligatorio caricare anche la foto quando si compila il modulo on-line. La procedura è la seguente: una volta compilato il modulo on-line, caricata la foto ed arrivati alla pagina di verifica dove compare la foto sarà necessario stampare tale pagina. Per noi è obbligatorio consegnare la pagina di verifica con la restante documentazione, pena il rifiuto della pratica da parte del consolato” per informazioni riguardanti tale procedura siamo a vostra disposizione.
  • Lettera di richiesta della ditta italiana in originale e in inglese dove bisogna specificare l’esatta qualifica di chi richiede il visto, il motivo del viaggio, di cosa si occupa l’azienda, la natura degli affari con la ditta indiana, le date del viaggio e il tipo di visto (singolo, multiplo semestrale o multiplo annuale etc.). La lettera deve essere timbrata e firmata con nome, cognome e qualifica per esteso di chi firma. Nella lettera di richiesta si deve riportare il fatturato annuo. Per più passaporti presentare una lettera di invito per ogni richiedente.
  • Lettera di invito della ditta indiana in originale e in inglese dove bisogna specificare l’esatta qualifica di chi richiede il visto, il motivo del viaggio, di cosa si occupa l’azienda, la natura degli affari con la ditta indiana, le date del viaggio e il tipo di visto (singolo, multiplo semestrale o multiplo annuale etc.). La lettera deve essere timbrata e firmata con nome, cognome e qualifica per esteso di chi firma. Nella lettera di richiesta si deve riportare il fatturato annuo. Per più passaporti è consigliata una lettera di invito per ogni richiedente. Nella lettera di invito si deve indicare la seguente dicitura: “We take full responsibility for the activities and conduct of Mr ____ National of _____ ,during his stay in India. If anything adverse come so notice during this period. We undertake to repatraite him on our cost. We also take all responsabilities on account of financial obligation and income tax liabilities of applicant as provided under the Income tax Act Of India, 1061.” Questa lettera non è necessaria se si aggiungono queste informazioni nel testo della lettera di invito.
  • Copia del Contratto tra la società italiana e quella indiana in originale autenticata da un notaio indiano,
  • Curriculum vitae in inglese e copia del titolo di studio tradotto in inglese.

Tutti i documenti devono, obbligatoriamente, essere controfirmati e timbrati dal richiedente.

N.B.: Se sul passaporto c’è un visto non utilizzato allegare dichiarazione in inglese dove si spiega il motivo per il quale il visto non è stato utilizzato con firma del dichiarante.

N.B.: In caso di passaporto rilasciato da meno di 6 mesi si deve indicare che il documento presentato è il primo e che non se si è mai stati in India. La firma dovrà essere uguale a quella del passaporto.

Tempi di rilascio: Roma – 10/15 giorni.


VISTO PER TURISMO

  • Passaporto valido per 6 mesi firmato dal titolare e con 2 pagine attigue libere per il visto.
  • 2 foto tessera di cm 5×5 su sfondo bianco latte.
  • Fotocopia della carta di identità.
  • Estratto conto bancario, solo per casalinghe, studenti e disoccupati.
  • 1 modulo compilabile sul link seguente https://indianvisaonline.gov.in/visa/ stampato e firmato dove indicato (prima pagina sotto la foto tessera accanto alla scritta “signature” facendo attenzione a non uscire dal riquadro e seconda firma sull’ultima pagina alla fine del modulo). Prestate attenzione nell’inserire il consolato esatto dove verrà presentata la domanda di visto. Nella compilazione del modulo si deve riempire il campo “Designation Rank” anche se non è un campo obbligatorio ai fini della stampa del modulo. Dal 21/01/2013 è obbligatorio caricare anche la foto quando si compila il modulo on-line.  La procedura è la seguente: una volta compilato il modulo on-line, caricata la foto ed arrivati alla pagina di verifica dove compare la foto sarà necessario stampare tale pagina. Per noi è obbligatorio consegnare la pagina di verifica con la restante documentazione, pena il rifiuto della pratica da parte del consolato” per informazioni riguardanti tale procedura siamo a vostra disposizione. E’ inoltre obbligatorio indicare la Designation Rank.
  • biglietto aereo.
  • programma o itinerario di viaggio in inglese.

N.B.: Se sul passaporto c’è un visto non utilizzato allegare dichiarazione in inglese dove si spiega il motivo per il quale il visto non è stato utilizzato con firma del dichiarante.

N.B.: In caso di passaporto rilasciato da meno di 6 mesi si deve indicare che il documento presentato è il primo e che non se si è mai stati in India. La firma dovrà essere uguale a quella del passaporto.

Tempi di rilascio: Roma – 5 giorni.

VISTO PER LAVORO CON UNA ORGANIZZAZIONE NON GOVERNATIVA (ONG) REGISTRATA IN INDIA

E’ possibile richiedere un visto di lavoro per missione umanitaria (senza salario) con una ONG registrata in India. Agli stranieri muniti di questo visto è concesso un “compenso onorario” mensile fino ad un tetto massimo di 10.000 rupees  (diecimila).

Il periodo di validità del visto è soggetto al periodo di validità del contratto di lavoro fino ad un massimo di 1 anno.

Il richiedente deve fornire:

  • una garanzia bancaria personale (fidejussione)

oppure

  • una lettera di mantenimento da parte di un genitore/tutore accompagnato da una lettera di garanzia della banca del genitore/tutore; una fotocopia del passaporto o carta d’identità italiana del genitore/tutore con ben visibile la firma che deve essere uguale a quella sulla lettera di mantenimento.

Documentazione richiesta

  • Passaporto valido per 6 mesi firmato dal titolare e con 2 pagine attigue libere per il visto.
  • 2 foto tessera di cm 5×5 su sfondo bianco latte.
  • Fotocopia della carta di identità.
  • 1 modulo compilabile sul link seguente https://indianvisaonline.gov.in/visa/ stampato e firmato dove indicato (prima pagina sotto la foto tessera accanto alla scritta “signature” facendo attenzione a non uscire dal riquadro e seconda firma sull’ultima pagina alla fine del modulo). Prestate attenzione nell’inserire il consolato esatto dove verrà presentata la domanda di visto. Nella compilazione del modulo si deve riempire il campo “Designation Rank” anche se non è un campo obbligatorio ai fini della stampa del modulo. Dal 21/01/2013 è obbligatorio caricare anche la foto quando si compila il modulo on-line.  La procedura è la seguente: una volta compilato il modulo on-line, caricata la foto ed arrivati alla pagina di verifica dove compare la foto sarà necessario stampare tale pagina. Per noi è obbligatorio consegnare la pagina di verifica con la restante documentazione, pena il rifiuto della pratica da parte del consolato” per informazioni riguardanti tale procedura siamo a vostra disposizione. E’ inoltre obbligatorio indicare la Designation Rank.
  • Richiesta di rilascio visto da parte dell’ONG.
  • Oggetto ed obiettivi per i quali è sta creata l’ONG.
  • Descrizione delle mansioni e delle responsabilità dell’impiegato/Richiedente in accordo con gli obiettivi dell’ONG.
  • Copia originale del contratto di lavoro del Richiedente con il timbro notarile in India.(timbrato da un notaio indiano).
  • Copia dell’iscrizione al registro delle imprese presso le autorità indiane dell’ONG.
  • Copia degli attestati/certificati professionale e d’istruzione del Richiedente.
  • UNDERTAKING Dichiarazione di impresa/assunzione di responsabilità del datore di lavoro indiano (ONG).We take full responsibility for the activities and conduct of Mr/Mrs _______________ national of _________ during his/her stay in India. If anything adverse comes to notice during the period, we undertake to repatriate him/her on our cost. We also take all responsibilities on account of financial obligations and Income Tax liabilities of the appliucant as providede under the Incom Tax Act of India, 1961. Date:________________________ Seal:_________________________ Signature of competent authority: ____________________ .

N.B.: Se sul passaporto c’è un visto non utilizzato allegare dichiarazione in inglese dove si spiega il motivo per il quale il visto non è stato utilizzato con firma del dichiarante.

N.B.: In caso di passaporto rilasciato da meno di 6 mesi si deve indicare che il documento presentato è il primo e che non se si è mai stati in India. La firma dovrà essere uguale a quella del passaporto.

Tempi di rilascio: Roma – 10/15 giorni.

Indirizzo: Roma – Via XX Settembre, 5 cap 00187 tel. Roma – 06 4884642

 

MODULI X INDIA GIORNALISTI FOTOGRAFI

MODULI TELEX